E’ notizia di oggi che il Ministero degli Interni – su sollecitazione – ha chiarito in maniera definitiva che  – tutte le guardie volontarie di vigilanza venatoria appartenenti o facenti capo ad associazioni zoologiche, ambientaliste  – NON HANNO POTERI DI POLIZIA GIUDIZIARIA – Il Ministero degli Interni precisa anche che dette guardie volontarie di vigilanza venatoria sono tenuto ad osservare il coordinamento delle Polizie locali o organi di Polizia Giudiziaria. Quindi non possono esercitare nell’ambito delle loro funzioni operazioni di sequestro e perquisizione . Si invitano i cacciatori a segnalare alle loro associazioni di appartenenza  ( o anche alla nostra redazione – che manterrà l’anonimato) eventuali presunti abusi. Sappiamo infatti che spesso sono accadute cose strane, intimidatorie, nei confronti dei cacciatori e quasi sempre (sarà un caso) per ora di guardie venatorie volontarie appartenenti ad associazioni ambientaliste o animaliste. Ebbene questa notizia sgombera il campo da ogni dubbio. Questi controllori volontari dell’attività venatoria possono esercitare la loro funzione ma restando entro certi limiti e senza agire in maniera intimidatoria. Solo la Polizia Provinciale, la Forestale, Carabinieri, GdF e PS hanno poteri di polizia giudiziaria.

http://www.interno.gov.it