Dopo la riconferma della fiducia da parte di Amici della Terra, ricevo analoga presa di posizione da parte di Caccia, Pesca, Ambiente.
Dell’una e dell’altra , umanamente, non posso che essere lusingato.
Così come mi è stato di conforto nei giorni scorsi, sentire che anche colleghi cacciatori di altre Associazioni Venatorie, mi incitavano ad andare avanti e non abbassare la guardia su tutto ciò che riguarda la gestione della Fauna Selvatica.
Dopo le mie dimissioni ( respinte da entrambe le associazioni ) dovrebbero da oggi seguire precise e formali prese di posizioni nei confronti di chi, per esempio, le mie richieste di accesso agli atti, nonostante le pressioni della Provincia, non dovesse evadere .
Troppo spesso leggendo riviste del settore, leggiamo di Cacciatori che si lamentano delle Associazioni Venatorie che, a quanto pare, svolgerebbero poco e male , il proprio compito di “ sindacato” della categoria. Generalizzare però, lo sappiamo bene, è sempre e comunque sbagliato.
A mia memoria, mai ricordo di un Presidente Nazionale di associazione venatoria, assumere iniziative di questo tipo, in prima persona!
Questo sì, a mio avviso, è sentirsi parte di una squadra ; perchè tra lo STARE insieme e il SENTIRSI insieme, ce ne corre assai………..
Sono certo che anche dalla Provincia (a mio avviso delegata dal Legislatore al controllo e alla vigilanza sugli Ambiti Territoriali di Caccia) ci si attiverà senza ritardo .
Gianferrari Umberto
in allegato lettera Presidente A. Fiumani: Pres Fiumani scrive Atc Montagna